Festa della Befana: costumi e accessori

Travestimento per la festa della Befana con costumi e accessori da Befana. Per mascherarsi come la vecchietta che vien di notte...

Filtrare la lista
Cerca:

Chi è la Befana?

La Befana è una vecchia signora  che vola a cavalcioni di una logora scopa nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, e che entra magicamente nelle case per lasciare dolcetti o carbone ai più piccoli.

È la protagonista di una giornata di festa, quella dell’Epifania, che viene celebrata 12 giorni dopo il Natale, infatti Epifania e Befana hanno la stessa in origine.

Befana: significato

festa della befana

Befana è una variazione popolare del termine greco Epifania che significa “apparizione/manifestazione”: dal greco ἐπιφάνεια, epifáneia, che si è evoluta attraverso bifanìa e befanìa. È la festa cristiana celebrata il 6 gennaio, con cui si ricorda anche la visita dei Re Magi a Gesù bambino.

 

Da dove viene? La vera storia della Befana

L'origine della Befana è probabilmente connessa a un insieme di riti propiziatori pagani, risalenti al X-VI secolo a.C., ed è legata ai cicli stagionali legati all'agricoltura, relativi al raccolto dell'anno trascorso, ormai pronto per rinascere come anno nuovo, diffuso nell'Italia agricola settentrionale, nell'Italia Centrale e meridionale, attraverso un antico Mitraismo, del dio persiano Mitra, e altri culti come quello celtico, che sono legati all'inverno boreale.

Gli antichi Romani fecero loro i riti, e li associarono al calendario romano, e celebrando, l'interregno temporale tra la fine dell'anno solare, fondamentalmente il solstizio invernale e la ricorrenza del Sol Invictus, un appellativo religioso usato per diverse divinità nel tardo Impero romano. La dodicesima notte dopo il solstizio invernale, si celebrava la morte e la rinascita della natura attraverso Madre Natura.

Secondo il loro calendario, 12 giorni dopo il solstizio d’inverno si dovevano celebrare la morte e la rinascita della natura. In queste 12 notti, i romani credevano che delle divinità femminili guidate da Diana, dea della cacciagione e della vegetazione, volassero sui campi coltivati per per propiziare la fertilità dei futuri raccolti, da cui il mito della figura "volante".

Un'altra ipotesi collegherebbe la Befana con una antica festa romana, che si svolgeva sempre in inverno, in onore di Giano e Strenia (da cui deriva anche il termine "strenna") e durante la quale ci si scambiavano regali. Ma la Befana potrebbe anche trovare le sue origini in dee come Abundia, divinità dell’abbondanza, o Satia, a cui corrisponde la sazietà.

 

La Befana si richiamerebbe anche ad alcune figure importate della mitologia germanica, come ad esempio Perchta, la germanica signora delle bestie, conosciuta più a Nord come Holda. che appare bella e bianca come la neve oppure con le sembianze anziane della Befana.

 

Per la Chiesa, dal IV secolo, tutte le credenze e tutti i riti pagani erano da condannare perché ritenute una manifestazione del diavolo. Per questo motivo, intorno alla figura della Befana, iniziarono a svilupparsi leggende che la inquadravano come una maga più che come una divinità, soprattutto nel Medioevo quando iniziò la caccia alle streghe.

Ma proprio per il suo essere una figura a metà tra bene e male, la Befana venne gradualmente accettata anche nella cultura cattolica.

Nel periodo del teologo Epifanio di Salamina, la stessa ricorrenza dell'Epifania fu proposta alla data della dodicesima notte dopo il Natale, assorbendo così l'antica simbologia numerica pagana.

 

E la tradizione vuole che la Befana continui a essere una figura che sa distinguere fra buono e cattivo: ai bambini che si sono comportati bene durante l’anno, lascia dolci e caramelle, mentre a quelli cattivi, il carbone...

 

La Befana vien di notte

Ma perché la Befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte? Come recita la canzone…

Sarà per quello che narra la leggenda?

Pare che una sera di un inverno freddissimo, bussarono alla porticina della casa della Befana tre personaggi vestiti in maniera elegante: erano i Re Magi che, da molto lontano, si erano messi in cammino per rendere omaggio a Gesù bambino.
Le chiesero qual era la strada per Betlemme e la vecchietta indicò loro il cammino ma, nonostante le loro insistenze lei non si unì a loro perché aveva troppe faccende da sbrigare.
Dopo che i Re Magi se ne furono andati, si pentì di aver rifiutato il loro invito e decise di raggiungerli.
Uscì a cercarli ma non riusciva a trovarli. Bussò ad ogni porta lasciando un dono ad ogni bambino nella speranza che uno di loro fosse Gesù.
Così, da allora ha continuato per millenni, nella notte tra il 5 ed il 6 gennaio a cavallo della sua scopa…



La Befana: brutta ma buona

maschera da befana

La Befana è rappresentata come una vecchia brutta e un po’ gobba, con il naso a uncino e il mento aguzzo, è vestita di stracci e coperta di fuliggine (perchè entra nelle case attraverso la cappa del camino) e le scarpe tutte rotte, viaggia a bordo di una scopa che la porta ai camini delle case, come Babbo Natale.

 

La Befana porta carbone

Per tradizione nella calza, se i bambini non si sono comportati bene, spunta il carbone, antico simbolo rituale dei falò, che inizialmente veniva inserito insieme ai dolci, in ricordo, appunto, del rinnovamento stagionale, ma anche dei fantocci bruciati. La morale cattolica nei secoli successivi ha trasformato il significato del carbone come punizione per i soli bambini che si erano comportati male durante l'anno precedente.

 

L’Epifania in Italia

befane in Piazza Navona

L’Epifania è una festa importante in Italia e in diverse città si festeggia in svariate maniere. C’è la festa nazionale della Befana a Urbania con la creazione di una calza lunghissima, 50 metri nel 2017. A Milano la Befana arriva in darsena e con il corteo dei magi in Duomo. A Barga, in provincia di Lucca, la Befana parte dalla sua casetta di legno a Pegnana, sulla montagna barghigiana, per arrivare nel centro storico della cittadina. A Rapallo arriva dal mare, a Fumane di corsa. A Roma, in Piazza Navona, durante il periodo natalizio la Befana è la protagonista delle bancarelle che riempiono lo spazio storico anche se durante gli ultimi tempi un'ordinanza comunale ne ha ordinato la smantellamento.

La Befana al rogo

Befana al rogo

In diverse parti d’Italia si bruciano fantocci con l’immagine della Befana. Sarebbe una sopravvivenza di miti precristiani. Gli studiosi vedono nel bruciare il fantoccio (la Vecchia, la Befana, la Strega), che persiste un po’ dappertutto in Europa, la sopravvivenza periodica degli spiriti malefici, facendo risalire il mito della Befana a tradizioni magiche precristiane.

 

Costume Befana: travestimenti

costume Befana tradizionale

Su Funidelia abbiamo tutto quello che ti occorre per rendere questa festa speciale e travestirti da Befana, il vestito da Befana in differenti versioni.

Nel nostro ecommerce potrà acquistare infatti il costume della Befana, il classico costume da Befana con la gonna con grembiule rappezzati, uno scialle con toppe e un foulard per la testa.

Per un travestimento completo, bisogna completarlo con il trucco da Befana (oppure con una delle nostre maschere da Befana), l’ inseparabile scopa, il sacco da riempire di regali e l’inconfondibile naso da Befana.

La Befana Bella

La Befana Bella

E per coloro che vogliono reinterpretare il personaggio della Befana, trasformandola da una vecchietta poco aggraziata a una Befana Sexy, è possibile farlo grazie ai costumi da strega in versione sexy.

Naturalmente anche le bambine potranno indossare il vestito da Befana e trasformarsi in delle vecchiette adorabili con i costumi da Befanina.

Regali per la Befana

Quest'anno per l'Epifania potrai sbizzarrirti e regalare ai tuoi bambini delle calze originali con il loro personaggio preferito, i costumi dei loro personaggi preferiti, degli accessori per completare il loro travestimento come coroncine da principesse, mollettine per i capelli del personaggio preferito, set di accessori, pallonicni tematici, pignatte e pentolacce tematiche e molti altri regali senza spendere molto ma facendo felice i tuoi bambini... perché si sa... la Befana tutte le feste porta via!

Top